Potrebbe non bastare l’affetto e la stima del popolo rossoblu nei confronti di mister De Angelis. Nella corsa alla panchina del Cosenza sembrava il favorito, la scelta di esonerare Roselli per far posto al giovane allenatore è stata del massimo dirigente Guarascio. Ma il fuori programma giunto con l’acquisizione del nuovo direttore sportivo, potrebbe portare ad una inversione e quindi al cambiamento anche per quello che riguarda il discorso allenatore. Il confronto tra Trinchera e De Angelis potrebbe essere stato solo una formalità e questo lo scopriremo a breve, visto che la decisione su chi dovrà condurre il Cosenza per la prossima stagione, non dovrebbe tardare ad arrivare. Diversi i nomi sul tavolo dei desideri e messi da parte i sogni proibiti, Sottil sarebbe un profilo di grande interesse, come anche Campilongo. Per il primo, che da qualche giorno si è separato dal Siracusa, bisognerà fare i conti con una numerosa ed agguerrita concorrenza, per il secondo la strada potrebbe essere più semplice anche se il presidente della Vibonese Caffo ha lasciato intendere che l’esperienza del tecnico campano potrebbe proseguire sulla panchina rossoblu.