Si sa, la Vibonese non brilla per il seguito di tifosi su cui può contare.
Raramente al “Razza” si superano le mille presenze, ma il presidente Caffo non aveva avuto rumore nel definire la realtà rossoblu come un “vaso di terracotta in mezzo ai giganti”.
Il vaso, però, va portato in salvo, parafrasando una pubblicità in voga da diversi anni.
E’ il motivo per il quale al Ceravolo, domenica alle 16.30, la squadra sarà incitata da almeno un centinaio di tifosi che, con due pullman, raggiungeranno il capoluogo.
Un vaso che va portato in salvo, soprattutto perchè gli uomini di Campilongo nelle ultime giornate hanno meritato la salvezza.
Davanti c’è un ostacolo durissimo: il Catanzaro. Con due pareggi sarà salvezza, ma tra dire ed il fare c’è di mezzo il mare.
Campilongo sa di aver recuperato Yabre e farà lavorare i suoi a porte chiuse fino a sabato.
Non si attendono particolari soprese sul piano tattico, dato che difficilmente si varierà di molto rispetto al 3-5-2 che ha segnato una svolt positiva nel cammino stagionale rossoblu.