I quasi quarantamila posti dello stadio ‘Franco Scoglio’ rappresentano una capienza che fa apparire l’impianto di San Filippo una vera e propria cattedrale nel deserto della Lega Pro. La media di tremila sostenitori messinesi in ogni gara interna dei peloritani ha autorizzato la nuova società, presieduta dal presidente Proto, a iniziare un processo burocratico e non solo che riporterà il Messina a giocare allo stadio Giovanni Celeste, impianto collocato in una zona più centrale e con una capienza da poco più di 10.000 spettatori che potrebbe far sentire il fattore campo nelle gare interne dei biancoscudati.

A ribadirlo è stato il massimo dirigente della società nella  conferenza stampa di fine stagione, in cui è stato espresso anche il desiderio di allungare l’accordo con il tecnico Lucarelli.