di Gianni Tripodi – Inizio di settimana caldissimo in casa Viola nel momento più delicato della stagione. A 72 ore dalla sconfitta contro Scafati che è costata il terz’ultimo posto e il fattore campo durante i playout è arrivata la stangata che nessuno si aspettava: Pala Calafiore squalificato per una gara, ammenda di 1260 euro e squalifica per due giornate al giovanissimo play Lorenzo Caroti. Tutto questo accadeva mentre poche ore prima il patron Giancesare Muscolino è voluto intervenire sulle contestazioni che parte della tifoseria reggina ha indirizzato verso il presidente Raffaele Monastero durante il match di sabato sera con dei volantini distribuiti al Pala Calafiore. Messaggio e parole forti da parte del patron da sette anni al timone dei colori nero arancio, questo non è essere tifosi, sono delle situazioni intollerabili e inaccettabili che fanno male ad una Viola ancora in piena lotta per la salvezza, l’obiettivo comune è mantenere la categoria, i tifosi devono stare vicini a società e squadra nonostante gli errori commessi, bisogna stare uniti. La settimana scorsa la Viola aveva subito un punto di penalizzazione in classifica in seguito al ritardo nella presentazione delle liberatorie relative agli stipendi del campionato in corso. Scafati aveva rinunciato a presentare ricorso, quello  presentato da Agropoli è stato invece rigettato nella giornata di ieri, eppure al termine del match di sabato sera il dg Condello aveva provato a dare un “consiglio” alla società salentina: “Avrebbero potuto risparmiare i soldi e comprarsi le mozzarelle più che fare ricorso visto che hanno avuto un precedente importante acclarato lo scorso anno, noi siamo estremamente tranquilli”. Adesso è ufficiale l’approdo dei nero arancio ai playout con Agropoli retrocessa in serie B e il fattore campo a Scafati che ha matematicamente blindato il terz’ultimo posto, il risultato dell’ultima gara di campionato contro Legnano sarà quindi ininfluente. L’obiettivo primario della Viola rimane la salvezza, nonostante le contestazioni e i tanti ostacoli che ha trovato durante il proprio cammino, si va avanti con ottimismo e serenità. I playout inizieranno domenica 30 aprile, i nero arancio affronteranno la quattordicesima classificata nel girone Est (Chieti, Ferrara o Imola) in una serie al meglio delle cinque gare.