Nella giornata in cui il Cefalù alza bandiera bianca dando disco verde verso la A2 all’Augusta il Bernalda, interrompe la striscia vincente dell’Odissea 2000 imponendole uno spettacolare pareggio. Nella triste giornata commemorativa per la prematura scomparsa di Giovanni Barone la Farmacia centrale Paola non riesce a vendicare la sconfitta dell’andata ancora una volta cedendo il bottino pieno alla Pol. Futura che, torna a rivedere spiragli di zona playoff. Torna a ruggire il Real Rogit che, nella determinante sfida contro il Sant’Isidoro si riscopre grande rimandandola battuta con un risultato che equivale alla raggiunta salvezza. Chi invece deve lottare fino alla fine per restare a galla sono Cittanova, Corigliano e Cataforio. Mancando quattro giornate al termine la sorte di una delle menzionate tre è segnata. L’auspicio è che, non siano in due a chiudere la graduatoria che, oltre ad equivalere a doppia retrocessione, coinvolgerebbe a catena anche le nostre categorie regionali. A tal proposito ricordiamo che, retrocedono direttamente le ultime due mentre la terz’ultima spareggia con l’undicesima del girone F. Completando l’esame delle gare di giornata il Cittanova crolla sul campo della capolista Augusta mentre, il Cataforio ritrova il feeling con la vittoria mancante dallo scorso 26 novembre battendo il Corigliano agganciandolo all’ultimo posto.

BERNALDA – ODISSEA 2000 7 – 7

Marcatori: 4’ 41’’ p.t. Da Costa, 6’16’’ p.t. Pizetta, 7’13 p.t. Rissi, 13’57’’ p.t. Bavaresco, 16’ 28’’ p.t. Rissi, 18’ 17’’ p.t. Del Pizzo, 2’ 53’’ s.t. Pizetta, 5’ 37’’ Richichi, 5’ 59’’ Fusco, 8’ 47’’ Da Costa, 15’ 10’’ Scervino, 16’00’’ s.t. Rissi, 17’55’’ s.t. Rissi, 19’ 40’’ s.t. Scervino.

L’Odissea 2000 non va oltre il pareggio sull’ostico campo della Rasulo Edilizia Bernalda al termine di una partita rocambolesca che ha regalato un’altalena di emozioni e ben quattordici reti. Come preventivato alla vigilia, è stata una gara molto complicata per la squadra calabrese che ha sofferto, specie nel primo tempo, la qualità e la vivacità dei padroni di casa e le dimensioni ridotte del campo di gioco. Molto meglio la prestazione dei gialloblù nella ripresa nella quale hanno stretto nella morsa gli avversari portando a loro favore il punteggio senza, però, riuscire a dare il colpo di grazia a una Rasulo Edilizia Bernalda mai doma che con caparbietà ha ribaltato nuovamente il risultato. Solo nell’ultimo minuto di gioco l’Odissea 2000 è riuscita ad acciuffare il meritato pari.   Come accennato in precedenza, nella prima frazione di gioco l’Odissea ha avuto qualche difficoltà a esprimersi ai propri livelli ed ha dovuto rincorrere il risultato: per tre volte si è ritrovata in svantaggio e per tre volte è riuscita a riequilibrare le sorti dell’incontro per andare al riposo sul 3 a 3. L’alternanza delle segnature ha visto protagonisti Da Costa, Pizetta, Rissi, Bavaresco, ancora Rissi e Del Pizzo. Nella ripresa l’Odissea 2000 è entrata in campo più determinata e nel giro di sei minuti è andata in gol con Pizetta e Richichi. Sembra l’allungo giusto, ma l’indomita formazione di casa riesce a pareggiare quasi subito i conti con Fusco e Da Costa. Tutto da rifare per i rossanesi che con pazienza si rimettono a tessere gioco e al 15’10’’ si riportano in vantaggio con Scervino. La gioia dura pochi secondi perché i ragazzi di Masiello si riportano in carreggiata con Rissi. Sapinho non ci sta e prova a vincere la gara giocando con il portiere in movimento, ma a segnare sono ancora i rossoblù lucani che a due minuti dal termine siglano la rete del 7 a 6 ancora con Rissi. Gli ultimi minuti di gioco sono un assalto alla porta di De Brasi che dopo aver salvato un paio di volte il risultato, si deve arrendere alla conclusione di Scervino che a 20 secondi dal termine fissa il punteggio sulla parità.

Sapinho – Al termine della gara coach Sapinho ha così il match.

“Sapevo che ci aspettava una partita molto difficile su un campo dove fare risultato non è per niente semplice, e così è stato. Devo fare i complimenti alla squadra di Masiello che ha disputato una grande gara. La nostra prestazione ha avuto degli alti e dei bassi, ma dopo un filotto di otto vittorie ci può stare. Ora guardiamo avanti perché c’è il derby con il Real Rogit e dobbiamo recuperare energie per affrontarlo al meglio”.

FARMACIA CENTRALE PAOLA – POL. FUTURA 3 – 4

Sconfitta 3-4 per la Farmacia Centrale Paola Calcio a 5 nello scontro diretto play-off contro la Polisportiva Futura Reggio Calabria. Partita ricca di emozioni e di intensità, giocata palla su palla da entrambe le squadre che forniscono un bellissimo spettacolo al numerosissimo pubblico presente. Nulla è ancora compromesso ma le prossime tre partite saranno sicuramente tre battaglie contro squadre che hanno lo stesso obiettivo. Per la Farmacia Centrale a segno due volte nel primo tempo Raffaele Chiappetta e nella ripresa Giuseppe Salerno. Da segnalare, prima dell’inizio della gara, il minuto di raccoglimento effettuato per ricordare la scomparsa prematura del Sig. Giovanni BARONE, grande uomo nella vita e grande esempio per il calcio paolano.

CATAFORIO – CORIGLIANO 7 – 3

Marcatori: 3’ pt Durante (Ca), 8’ pt Jener (Ca), 18’pt Modafferi (Ca), 19’ pt Cleber Biscaro (Co), 3’ st Durante (Ca), 10’ st Berardi (Co), 12’ st Scopelliti (Ca), 15’ st aut. Gregorace (Co), 17’ st Jener (Ca), 18’ st Durante (Ca)

Il Cataforio si aggiudica la sfida salvezza scontro i corregionali cosentinti agganciandoli all’ultimo posto. Entrando nel merito, al momento entrambe retrocederebbero in serie per cui, determinanti saranno le prossime gare quanto meno per evitare la menzionata ipotesi. I padroni di casa sin dall’inizio costruiscono occasioni da goal comandando il gioco. Ospiti che provano ad opporsi ma senza effetti sperati mostrando lacune già viste tant’è che, il Corigliano solo a tratti resta in gara affondando alla distanza. Per la cronaca, la sfida si apre sotto il segno dei reggini in gol con Durante, Jener e Modafferi e con Cleber Biscaro che accorcia prima dell’intervallo. Portiere biancazzurro che, nel corso della prima frazione, respinge anche un rigore a Jener. Nella ripresa, Cataforio ancora in rete con Durante a cui risponde Berardi per il Corigliano. Riallunga le distanze Scopelliti per il team dello stretto e resta in gara la troupe jonica grazi ad un autorete di Gregorace. Reggini che amministrano bene e nel finale chiudono la pratica con le marcature di Jener e Durante.

Fonte: calabriafutsal.it