Home / Sport Strillit / BASKET / Rieti riporta la Viola Reggio Calabria sulla Terra: salvezza tutta da conquistare

Rieti riporta la Viola Reggio Calabria sulla Terra: salvezza tutta da conquistare

di Vittorio Massa – La gioia per il successo ottenuto nel finale a Biella è già stata messa da parte in casa Viola Reggio Calabria, proiettandosi sull’imminente sfida con Agrigento. A riportare, qualora ce ne fosse bisogno, con i piedi per terra la compagine reggina è stata senza dubbio la vittoria della Npc Rieti nel posticipo contro Siena.

Il successo di Rieti coinvolge nella corsa salvezza adesso ben cinque squadre ( CasalP, Latina ,Roma (24), Rieti e appunto Reggio ( 22) ) divise da soli due punti, e con quattro posti a disposizione per non imbattersi nella lotteria dei play out. Alla Viola, in saldo negativo con Roma e Latina mentre è favorevole quello con CasalPusterlengo , per evitare una sfida da dentro fuori all’ultima giornata contro Rieti occorrerà fare più punti dei laziali nelle prossime due gare. Guardando il Calendario la missione non sembra impossibile. La Npc andrà prima in casa di una Trapani rinata dopo la vittoria di Roma e poi ospiterà una Tortona in lotta per il primato.. Più complicato guardare al finale delle altre tre squadre, anche se ci saranno due importanti scontri diretti tra Latina e Roma e tra gli stessi pontini e CasalP. Una serie di intrecci e combinazioni in cui però la Viola potrebbe non essere tirata in ballo essendo comunque padrona del proprio destino. Alla Bermè serviranno si i due punti con la retrocessa Barcellona ma prima ancora con la forte Moncada Agrigento.

L’impegno è sulla carta proibitivo, con i siciliani in un grande momento di forma e forti sia del successo contro Scafati sia del recupero di Alessandro Piazza. Per l’occasione la dirigenza reggina ha chiamato a raccolta la città con la consueta “Giornata Nerorancio”. A prescindere dalle iniziative societarie il momento della Bermè richiedere un Pala Pentimele pieno per le ultime due gare casalinghe. Questa Viola può e deve sfruttare il fattore campo, mostrando quel feeling tra squadra e tifoseria che nei momenti di difficoltà ha storicamente dato qualcosa in più.