Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Roland Panduri completa con successo la 100 km del Passatore

Roland Panduri completa con successo la 100 km del Passatore

Roland Panduri atleta dell’ASD Podisti Locri ha compiuto un’impresa straordinaria completando domenica 31 maggio a Faenza una delle gare più dure del mondo: la 100 km del Passatore. Roland ha ancora una volta superato se stesso, ha vinto le sue paure, e con uno sforzo fisico pazzesco è arrivato oltre il limite delle (sue) possibilità umane.

Alla partenza di sabato 30 maggio alle ore 15:00 in via de’ Calzaiuoli a Firenze accanto a Roland c’erano altri 2415 atleti provenienti da ben 32 nazioni, tutti accomunati dal desiderio di completare la Firenze – Faenza nel modo migliore.
La vittoria per la cronaca ha arriso ancora una volta al mito vivente, a “re” Giorgio Calcaterra, il tassista romano che ha conquistato la decima vittoria consecutiva nel tempo di 7 ore 8 minuti e 4 secondi, battendo di oltre 9 minuti il russo Dmitry Pavlov e lo statunitense Chad Rickfles. Tra le donne ha vinto la croata NikolinaSustic.
Abbiamo chiesto a Roland di descriverci il suo stato d’animo e i sacrifici che ha fatto per compiere questa autentica impresa. E Roland ci ha risposto come un fiume in piena che rompe gli argini e ha lasciato andare le sue emozioni. Ha ripercorso i lunghissimi mesi e mesi di allenamento, le alzatacce alle 2 del mattino per compiere a volte i 65—70 km di allenamento previsti in tabella e potere poi affrontare anche la giornata di lavoro. Ha ricordato gli affaticamenti muscolari, i dolori alle gambe. Mail nostro atleta sidernese nato in Svizzera ci ha ricordato soprattutto che la corsa è vita, che la corsa è gioia e che correndo si ha la possibilità anche di guardarsi dentro e di affrontare meglio i problemi di tutti i giorni. La gara di sabato poi è stata un’impresa che resterà per sempre scolpita nel suo cuore, un’impresa dedicata alla sua famiglia che gli è stata sempre vicina. Eravamo curiosi di sapere quale fosse stato proprio il suo approccio mentale alla gara. “Beh, innanzitutto, mi sono posto un po’ di traguardi intermedi; anche la mente, in effetti, fa fatica ad accettare che devi affrontare di fila 100 km. E così ti concentri sui primi 35 km, poi alla salita che ti attende al 48° km (Passo Colla con i suoi 913 m di altitudine s.l.m.) e quindi la discesa. Arrivato al 70° kmho cominciato a pensare solo ai successivi 5 km e così via fino al traguardo”.
Comunque va anche sottolineato che la giornata è stata meteorologicamente particolare con escursioni termiche notevoli passando dal caldo intenso del primo pomeriggio a Firenze al freddo del passaggio in quota a Passo Colla. L’organizzazione della gara come al solito è stata impeccabile con punti di ristoro (con integratori salini, uova, banane, arance) e di spugnaggio distribuiti lungo tutto il percorso e poi atro fattore positivo è stato il pubblico numerosissimo e i volontari che hanno sempre incitato gli atleti.
Roland Panduri ha tagliato il traguardo a Faenza, quando oramai il sabato aveva lasciato il posto alla domenica, dopo 13 ore 53 minuti e 18 secondi al 1031° posto nella classifica generale e 110° di categoria. Va sottolineato che circa 500 atleti si sono ritirati lungo il percorso.
A Roland, che con la sua prova e il suo coraggio ha onorato la Locride e l’intera provincia di Reggio Calabria, vanno il plauso e i complimenti del presidente Luigi Mollica e della squadra ASD Podisti Locri. Grande Roland.

Partenza