Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Un fiume straripante e colorato: 33esima edizione della Corrireggio (FOTO)
Corrireggio

Un fiume straripante e colorato: 33esima edizione della Corrireggio (FOTO)

di Domenico Grillone – Si corre con amore e con passione. Un fiume straripante e colorato per un magnifico colpo d’occhio e per una sorta di magia che accomuna tutti: bambini, giovani ed anziani, intere famiglie. E che puntualmente si rinnova ogni anno, denso di mille significati e soprattutto carico di buoni propositi per una città migliore e, soprattutto, a misura d’uomo. Lo hanno dimostrato le migliaia di partecipanti alla 33^ edizione della Corrireggio, organizzata dal Circolo Legambiente cittadino e con il patrocinio morale del Comune, Provincia e Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, oltre all’aiuto, questa volta fisico e materiale, di tante aziende, amici e volontari, in una splendida giornata di sole e con il desiderio, non tanto intimo, di ritrovarsi ancora una volta insieme e vivere alcune ore all’insegna della gioia e della serenità. Una folla ed un successo straordinari che per la prima volta hanno ritardato la partenza (battuto il record di iscrizioni, oltre 4000, e probabilmente quello dei partecipanti, arrivati anche da Biella e da diverse località della Calabria e Sicilia), grazie anche al nuovo percorso che, nell’escludere il Corso Garibaldi per i lavori edili cui è coinvolto, ha permesso di riscoprire tutta quella splendida zona a mare che dalla stazione Centrale arriva fin quasi alla stazione Lido. Una zona interessata al progetto Waterfront e per la quale Legambiente da tempo chiede una sua riqualificazione con interventi mirati e soprattutto in maniera dolce e sostenibile. Corrireggio l’ha mostrata, ed in tutta la sua bellezza. Attraverso un percorso che, partendo dalla stele di Falcomatà e snodandosi poi per tutto il lungomare, ha fatto vedere tutta quella zona costiera che si allunga dal sottopasso del Calopinace, passando dalla zona del tempietto, i lidi, l’Arena dello Stretto, fino ad arrivare al parcheggio situato nei pressi delle prime cabine del lido comunale. Una misura di ripiego ma che ha riscosso un grande successo, tanto da far pensare fin da adesso gli organizzatori ad adottarla stabilmente nelle prossime edizioni. “Scenario del luogo del mito”, sottolinea Nuccio Barillà di Legambiente alla fine della corsa ai microfoni di radio e tv, peraltro felice ed orgoglioso per i tanti volontari che hanno reso possibile questa magica giornata. E in effetti il percorso ha suscitato emozioni nuove, la scoperta di un luogo veramente meraviglioso per il quale, come sottolineato dallo stesso rappresentante dell’associazione ambientalista, “forse tutti dovremmo fare qualcosa perché la città mostri questo suo volto migliore. Invece a volte ci lamentiamo, non facciamo niente e contribuiamo al degrado di un luogo abitato dalla bellezza, dal mito, dall’incanto dello Stretto”. Inevitabile, ma col cuore, l’appello rivolto agli amministratori, qualcuno presente con la pettorina e con il volto sudato ma felice per la splendida giornata. “Fate che questo luogo possa essere riqualificato, spazi pieni di verde, di alberi dove la gente possa ritrovarsi, per guardare il mare mentre corre o cammina”. Un tema che si inserisce benissimo in quelli della “smart city”, la città intelligente che lascia innanzitutto alle persone la possibilità di muoversi a piedi, con percorsi sicuri casa-scuola e con luoghi e natura accanto alla città urbanizzata in cui trascorrere del tempo. “Tante sono le potenzialità che abbiamo, basterebbe poco per realizzarle”, conclude Barillà. Ed è al benessere fisico e mentale del camminare che la Corrireggio ha voluto dedicare questa sua ultima edizione, oltre che ai migranti ed al grande cuore dei volontari e dell’intera città che si sono adoperati per l’accoglienza. In mezzo tante persone, dalla campionessa di nuoto dei giochi paralimpici Anna Barbaro a Fausto Certomà che con il suo Fit Walking ha conquistato tantissima gente. E poi tanto entusiasmo, gioia, voglia di stare assieme su percorsi di solidarietà e per una società migliore. A questo punto diventa semplicemente un dettaglio, sia pure importante, dire che Francesco Cuzzocrea, dei Vigili del Fuoco, ha vinto la corsa competitiva. Per la stessa corsa, ma per la categoria donne, è Alessia Costantino, punto di forza dell’atletica reggina, ad aggiudicarsi il podio. Per la corsa non competitiva vince il trentanovenne Maurizio Cento. Martedì prossimo alle ore 17.30 la cerimonia di premiazione nel salone della Provincia.

Corrireggio staffetta partigiana Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio Corrireggio