Il Questore di Reggio Calabria, dott. Guido Nicolò Longo ha adottato tre provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono competizioni agonistiche (DASPO) per la durata di un anno per due tifosi della U.S. Benestarnatilese e uno per il tifoso del Polistena dopo la rissa scoppiata sugli spalti durante l’incontro di calcio delle rispettive squadre della provincia reggina, valevole per il campionato di Promozione, stagione sportiva 2013-2014. Infatti, nel corso della partita di domenica disputata lo scorso 27 aprile presso lo stadio comunale di Bovalino, gli Agenti del locali Commissariato hanno dovuto porre fine ai tafferugli in atto tra P.G. 31enne e P.B. 26enne del Benestarnatilese e O.V. 18enne del Polistena. I disordini avevano indotto il direttore della gara a sospendere per alcuni minuti la partita. L’attività svolta dalla Polizia di Stato si inserisce all’interno della più ampia strategia di contrasto al fenomeno di violenza in occasione di eventi calcistici, intensificata per le partite della U.S. Benestarnatilese dopo i fatti del 23 marzo u.s. allorquando durante la partita contro Gioiosa Jonica gli scontri culminarono in una rissa tra i giocatori delle due squadre e, per i quali, furono emessi dal Questore della Provincia nove DASPO della durata di due anni.