Di seguito la nota inviata dal Comitato Regionale Calabrese della Fijlkam: Ottima prova della Calabria ai Campionati Italiani a Rappresentative Regionali, svoltisi sabato 28 e domenica 29 gennaio 2012 a Ostia Lido/Roma presso il Palafijlkam del Centro Centro Olimpico Federale.

 

Un oro, due argenti e tre bronzi, il prezioso medagliere raccolto dalla nostra Delegazione, che è riuscita a qualificare la squadra di kumite femminile seniores ai campionati europei per Regioni, che si svolgeranno a Mosca il prossimo giugno. Grande festa per l’oro, conquistato da Bellino Giusy del Martial Kroton Ryu, che si aggiudica il titolo di Campionessa d’Italia, contribuendo così a rinnovare la tradizione, che vede per il terzo anno consecutivo il titolo in Calabria, dopo quello del 2010, conquistato da Benigno Fortunata, e quello del 2011, da parte di Benedetto Alessandra, che entrambe, questa volta, si “consolano” con l’argento.

Molto avvincenti i due giorni di gara, il cui programma prevedeva, il sabato, le classi juniores e seniores, dal 18° al 35° anno di età, mentre la domenica esordienti B e cadetti, ovvero da 14 a 17 anni.

La Delegazione Calabrese, guidata dal Maestro Gerardo Gemelli, anche questa volta da prova di grande compattezza e organizzazione, riuscendo ad essere completa delle otto squadre previste: quattro di kumite: maschile e femminile under e over 18, ed altrettante per il kata, per un totale di ben 36 Atleti, e inoltre riesce ad avere a disposizione molte riserve. Riteniamo questo sia un risultato non indifferente, considerando che molte altre regioni, che vantano un maggior numero di società sportive e una maggiore dimensione demografica, non sono riuscite a raggiungerlo.

Di altissimo livello agonistico gli scontri del sabato, con i nostri Atleti che si trovano a battersi, nelle varie categorie, contro avversari molto esperti, che in molti casi hanno già vissuto numerose esperienze in nazionale. Emergono, e riescono a salire sul podio, Karroud Said, della Fortitudo 1903, che conquista il bronzo nella categoria fino a 60 kg, e Dichiera Vincenzo, del karate San Marco Argentano, che ripete lo stesso risultato nella categoria +90kg. Molto bravi anche gli altri ragazzi, sebbene non siano riusciti a raggiungere il podio, come Greco Fabio, quinto nei 65kg, Polimeni Marco e Sberna Vincenzo, settimi nei 70 e 76 chilogrammi rispettivamente, e Ruffa Vincenzo e Dichiera Vincenzo quinti negli 83 e 90 kg rispettivamente. Giusto spendere due parole a favore di Greco Fabio, che con molto rammarico non porta a casa il bronzo, benché in vantaggio per 3 a 0 fino a otto secondi dalla fine nell’incontro per il terzo posto, quando viene recuperato dal suo avversario grazie a una tecnica di calcio, a cui viene assegnato un punteggio di 3 punti.

A dir poco entusiasmante la prova delle nostre ragazze del kumite, trascinate da Benigno Fortunata, del karate Gemelli Villa San Giovanni, nei 61kg,  e Benedetto Alessandra, della Fortitudo 1903 di Reggio Calabria, nei 68kg, che conquistano entrambe la terza finale consecutiva al Campionato Italiano a Rappresentative Regionali, avendo già conquistato entrambe l’oro: Benigno nel 2010 a Colleferro, e Benedetto nel 2011 sempre ad Ostia Lido. Fortunata e Alessandra, per un soffio non si aggiudicano il titolo anche quest’anno, ma il loro risultato, insieme al quinto posto di Nino Sonia dell’Accademia Karate Crotone e ai settimi posti di Fresca Federica, Fortitudo 1903 e Zangara Viola, del Karate Gemelli, consente alle nostre ragazze di staccare il biglietto per Mosca, per prendere parte agli Europei per Regioni il prossimo giugno.

Molto bene anche le due squadre del kata, quella maschile, formata da Rigillo Mario, Cleto Simone, Gallo Antonio, del Karate Star Line di San Vito Sullo Jonio, e quella femminile, composta da Migliarese Danila e Ilaria, Loiacono Alessandra, dell’Accademia Karate Crotone e Familari Marika del Karate Melito. Settimo posto per entrambe, probabilmente per la maggiore esperienza degli avversari, ma comunque incoraggiante la prestazione di gara, che conferma la fase di crescita di questa specialità in Calabria.

Il tanto desiderato oro arriva la seconda giornata, la domenica, con Bellino Giusy, del Martial Kroton Ryu di Crotone, che nel kumite, categoria 59kg, conquista il titolo di Campionessa Italiana, consentendo così alla Calabria, di potersi vantare, per il terzo anno consecutivo, di avere portato a casa almeno un titolo Italiano a Rappresentative Regionali. Oltre all’oro di Bellino, il medagliere calabrese viene arricchito dal bronzo conquistato da Primo Angelo, del Karate Catona, che si classifica terzo nella categoria 55kg. Anche gli altri Atleti della rappresentativa giovanile sono stati protagonisti, nelle varie categorie, di ottime prestazioni, benché non raggiungono il podio, come Bossi Daniel, Ciavarella Vito, De Biase Giuseppe e Di Cianni Luigi, classificati al 7° posto, e Serratore Antonio, un po’ meglio, al 5° posto. Anche le nostre giovanissime si sono fatte valere, con Martino Antonella, Vadalà Antonella, Papalia Giuliana e Pettinato Cristina che, con le loro apprezzabili prove, fanno da ottimo contorno al Titolo Italiano di Bellino.

Grandi speranze future anche per quanto visto dalle due squadre giovanili di kata, quella femminile, composta  da Vincenza e Maria Caridi, e Iaria Maria Sole del Karate Melito, e quella Maschile, composta da Piacente Francesco, Ceravolo Francesco e Curcio Antonio del Karate San Vito. Anzi, i maschi riescono addirittura a disputare la finale per il 5° posto, cedendo purtroppo contro l’Abbruzzo.

Molto soddisfatti i tecnici della Calabria, coordinati dal Maestro Partinico, Direttore Tecnico Regionale, che ha avuto anche l’onere dell’organizzazione della trasferta, e dal Maestro Enzo Miglairese, responsabile del CTR. Molto positivo anche il commento del Maestro Gerardo Gemelli, rappresentane Federale in Calabria, che vuole interpretare questo risultato come il frutto del lavoro di squadra svolto in seno al comitato Regionale Calabria, grazie al lavoro di collaborazione di tutti i tecnici calabresi, e della politica di miglioramento e sviluppo che si sta portando avanti in Calabria, e che ci porta, con questa, alla quinta partecipazione agli europei per regione.

Immediati i Complimenti del Presidente Vicario Federale FIJLKAM, prof. Giuseppe Pellicone, che ha presieduto i due giorni di gara, e che la Calabria, essendo Pellicone reggino, si può vantare di averlo come presidente onorario del proprio Comitato Regionale. Anche il dottore Laganà, presidente Regionale FIJLKAM in Calabria, prontamente contatta Gemelli per trasmettere le sue congratulazioni.

Molto apprezzabile il lavoro di tutti i tecnici calabresi presenti, che hanno svolto in modo ineccepibile il ruolo di coach: Luciano Dichiera, Francesco Bellino, Pino Lafauci, Angelo Surfaro, Aldo Facciolo, Vito Fiumara, Rosario Stefanizzi, Francesco Veltri, Giuseppe Chiofalo, quest’ultimo anche nel ruolo di addetto stampa. È corretto comunque non trascurare il lavoro di quanti, seppure non presenti a Roma, hanno contribuito al risultato della trasferta, come il Maestro Nino Lauro, Responsabile Organizzativo in Calabria, il cui operato viene svolto spesso dietro le quinte.

Inoltre segnaliamo anche al presenza di due ufficiali di gara Calabresi, Vincenzo e Giovanni Martino, che hanno dimostrato grandissima professionalità, in una competizione non semplice da gestire, a causa dell’entrata in vigore del nuovo regolamento arbitrale.

Un ringraziamento alla ditta trasporti Federico, di Reggio Calabria, per la disponibilità nonostante il momento di agitazione del settore trasporti, con conseguenza carenza di carburante, ed all’autista, sig. Antonino Cugliandro, che anche lo scorso anno ha accompagnato la nostra Delegazione…e che sembra ci porti fortuna.

Ritornati a casa, bisognerà fin da subito mettersi al lavoro per organizzare la trasferta in Russia, dove, al momento, dovrà recarsi la squadra di kumite femminile over 18. Non è da escludere però l’opportunità, anche  per altre squadre, di potere accedere agli europei, nel momento in cui qualcuna delle squadre classificatesi tra i primi quattro, rinunci alla partecipazione. Questa eventualità, considerando il periodo di ristrettezza economica che stiamo attraversando, è molto probabile, e già lo scorso anno, per l’edizione degli europei in Turchia, si è già verificato.

A tal proposito, riportiamo la visita al palazzetto di Ostia del giovane imprenditore Calabrese Joe Infusini, editore della testata ilquotidianoonline, accompagnato da Paolo Caraccio, collaboratore del Comitato Regionale, che ha già incontrato Gemelli in Regione, e che sembrerebbe interessato a sostenere le attività del Karate Calabrese, sfruttando la visibilità del nostro movimento per opportuna sponsorizzazione. Ci fa piacere riportare che il dott. Infusini sia stato positivamente impressionato dell’organizzazione e dalla vastità del nostro movimento.

Come vediamo, il successo di questa trasferta, oltre a rappresentare un importantissimo risultato del Karate Calabrese, dimostrandone la sua vitalità, è uno spunto per nuovi obiettivi e progetti futuri, che siamo certi, con l’impegno e la tenacia di sempre, verranno realizzati!