BASKET
di Gianni Tripodi –
Punto e a capo? La Viola non riesce a dare continuità alla brillante prestazione di sette giorni fa contro la Stella Azzurra e fa un passo indietro, i nero arancio

vengono sconfitti dall’Innotec Potenza (81-73) in un match sempre nelle mani dei padroni di casa che riescono sin dai primi minuti ad imporre il proprio gioco. Con questa sconfitta, la quarta in cinque partite, la Viola scivola così al terzo posto della classifica in compagnia di Roseto (24), Martina Franca invece con la vittoria di Palestrina (54-64) sale in seconda posizione (26) dietro all’inarrestabile Agrigento (34) che espugna anche Scauri (57-77). Domenico Bolignano riceve così il primo dispiacere della sua carriera da capo allenatore della Viola, Potenza è un rullo compressore, nel primo quarto si affida alle giocate di uno scatenato Rossi, il giovanissimo play laziale classe 1990, segna 13 dei suoi 25 punti totali nella sola prima frazione di gioco, la strada diventa in discesa per i lucani che gestiscono il vantaggio accumulato nonostante le fiammate dei nero arancio che ad inizio del terzo quarto riescono ad impattare sul 46 pari. I padroni di casa sono più lucidi e determinati e portano a casa la vittoria infliggendo alla Viola una pesante sconfitta. Adesso cosa accadrà? In settimana la dirigenza deciderà se continuare a dar fiducia a Bolignano o far sedere in panca un coach più esperto, ci potrebbero essere novità anche sul fronte mercato in attesa di rivedere sul parquet Coronini (tra circa quaranta giorni). Le noti liete arrivano dal buon esordio del nuovo centro ex Upea Alessandro Agosta, 26 minuti sul parquet, 8 punti con un immacolato 4/4 al tiro (100%) e 9 rimbalzi, assieme alla migliore prestazione in canotta nero arancio di Marco Caprari, 23 punti (season high) con un 7/16 al tiro (44%), 5 rimbalzi e 4 palle recuperate. Prossimo impegno per la Viola domenica 29 (ore 18) al Pala Calafiore contro Agropoli.
19° giornata DNB girone C
INNOTEC POTENZA – LIOMATIC VIOLA RC  81-73
Parziali: 29-22, 46-39, 61-52, 81-73
Arbitri: Cannoletta Gregorio di San Nicola la Strada (CE) e Ascenzi Alessandro di Caserta (CE)
INNOTEC POTENZA
Rossi 25, Cozzoli 16, Serino 16, Mainoldi 10, Lorusso 8, Rato 5, Paschetta 1
Coach: Miriello Roberto
LIOMATIC VIOLA RC
Caprari 23, Paparella 15, Grilli 12, Gambolati 9, Agosta 8, Grasso 6
Coach: Bolignano Domenico
Minuti iniziali equilibrati, Gambolati dalla media e Serino e Lorusso per il primo sorpasso Potenza, 4-2,  le due triple consecutive di Caprari e Paparella danno slancio e vantaggio alla Viola, 4-8. Arriva il secondo fallo di Sereni, al suo posto capitan Grasso, gioco da tre punti realizzato da Rossi e padroni di casa sul -1, ci pensa Paparella a riportare avanti i suoi , 7-10, Potenza inserisce il turbo e in un amen firma un parziale di 11-0 con Lorusso e le tre triple di fila di Rossi (2) e Mainoldi, 18-10, timeout di Bolignano che fa esordire il nuovo arrivato Agosta. Break di 5-0 per la Viola con Grilli e Paparella e nero arancio sul -3, Rossi e Serino continuare a trovare con facilità il canestro, Caprari e Grilli ad inseguire 27-22. Secondo fallo di Agosta in 4 minuti con una palla persa, allo scadere Serino trova il canestro del +7. Secondo quarto: Serino a trovare il max vantaggio, 31-22, +9, i nero arancio provano a reagire con la tripla di Caprari e i primi due punti del neo acquisto Agosta, -4 Viola. Difese aggressive, si segna solo dalla lunetta, Cozzoli (1/2) e Caprari (2/2), 32-29 a 5 minuti dal termine. Brutta tegola per Bolignano, Sereni commette il suo quarto fallo personale, rientra capitan Grasso, Grilli e Paparella continuano a sbagliare dalla lunga distanza, Mainoldi trova due punti da sotto, 34-29, timeout Viola. Mainoldi scatenato, prima segna dalla lunetta (2/2), poi ruba palla a Paparella, arresto e tiro dalla lunga che regala ai suoi il +10, nuovo max vantaggio Potenza. Agosta da sotto, tecnico fischiato a Cozzoli per proteste, Paparella (1/2), Caprari a tenere a galla i suoi dalla media, Serino (2/2), Grasso di forza appoggiando alla tabella, liberi di Rato (2/2), Agosta da sotto in sottomano, tripla di Rossi allo scadere, 46-39. Terzo quarto: La strigliata di coach Bolignano durante l’intervallo porta subito i suoi benefici, partenza sprint della Viola che firma un parziale di 7-0 firmato Grasso (2/2) e Gambolati (5) ed è parità sul 46-46, timeout immediato per coach Miriello. Dal rientro sul parquet i padroni di casa si rifanno sotto con Rossi e Serino, break di 4-0 ad interrompere il buon momento dei reggini, ruba palla Caprari, si avvia in contropiede ed appoggia facile, -2 per i nero arancio, immediata la risposta di Potenza con Cozzoli che colpisce ben due volte di fila dalla lunga distanza, 56-48, +8 per i potentini, timeout Bolignano. Cozzoli ha la mano calda, segna anche dalla media e porta i suoi al vantaggio in doppia cifra, i nero arancio rimangono attaccati ai padroni di casa grazie ai canestri di Paparella ed Agosta, Lorusso allo scadere dà il +9 a Potenza. Quarto quarto: I liberi di Lorusso valgono il nuovo max vantaggio Potenza, 63-52, +11, quarto fallo commesso da Paparella, brutto momento per i reggini in netta difficoltà, la tripla di Grilli va a togliere le castagne dal fuoco, il solito Cozzoli a portare i suoi al +12, timeout per Bolignano. Secondo tecnico fischiato a Cozzoli per proteste, 2/2 dalla lunetta per Paparella, Rossi con l’arresto e tiro e Gambolati con il piazzato, due falli in attacco fischiati prima a Gambolati e poi ad Agosta, attacco nero arancio imbrigliato dalla difesa lucana. “Bum Bum” prova a caricarsi la squadra sulle spalle segnando 5 punti consecutivi che permettono alla Viola di ridurre il gap, -6 a 3 minuti dal termine, Rossi colpisce da sotto, quinto fallo di Serino,  Cozzoli (2/2), sul finale la Viola va all’arrembaggio, Paparella (tripla), Grilli e Caprari (2/2) per il -4 a un minuto dal termine, non arriva però la tanto attesa rimonta, Rato e Rossi chiudono i conti, finisce 81-73.