Di seguito la nota diffusa dall’ufficio stampa Redel Energia: Redel Energia Vis Reggio Calabria – Venosan Acireale: 51-84 (13-15, 21-34, 39-59) Redel: Lombardo, Pellegrino 2 Scaffidi 11,

Soldatesca 8, Stracuzzi 5, Cugliandro 3, Grande 7, Scafaro, Cavalieri 11, De Marco 4. Coach D’Arrigo Ass Quattrocchi.
Acireale: Selmi 8, Doati 17, Paolantonio 7, A. Marzo 5, Vazzana 16, P. Marzo 9, Leoncavallo 7, Di Dio 8, Naso 7, Grasso. Coach Foti.
Arbitri: Bernassola-Capotorto di Palestrina

“Serataccia” per la Redel Energia che non convince, gioca probabilmente la più brutta partita dell’anno e cede il passo ad un’Acireale tonico,cinico e determinato

I Quintetti-Formazione tipo per i locali allenati da coach Foti, attuale seconda forza del torneo accanto al Racalmuto.Problemi in formazione per Reggio che deve fare a meno di Antinori(in Tribuna).
La Redel schiera Scaffidi play,De Marco e Grande esterni con Cugliandro, vera new entry del quintetto di coach D’Arrigo da quattro atipico(preferito ad un Soldatesca non al top) accanto a Pellegrino.
Acireale parte con Marzo play,Di Dio e Doati esterni con Naso da quattro e Leoncavallo sotto le plance.

Il primo quarto-Il primo mini avvio è per la Redel.
7 a 0 frutto dei canestri di Grande,De Marco e della tripla di Cugliandro.
Acireale ribalta la situazione qualche attimo dopo con un consecutivo 7-0.
Sul 7-7 a 4.33 da giocare al termine del primo quarto, Coach D’Arrigo manda in campo Soldatesca mentre l’Acireale conquista il suo primo vantaggio dalla linea dei liberi.
La gara si mantiene sostanzialmente equilibrata.Proprio Soldatesca insacca una bella tripla mentre entra anche la canotta numero dieci Cavalieri.I reggini chiuderanno il primo quarto sotto di due(13-15).

Secondo quarto-Tanta confusione per la Redel che giocherà probabilmente il più brutto quarto della sua recente storia.
Percentuali “shock”, brutte giocate, con la difesa dell’Acireale che sembra chiusa come una cassaforte.
Acireale non dilaga ma segna con il contagocce allungando inesorabilmente.Prima una tripla “extraterrestre” di Doati per il più otto.
Poi monologo acese: Naso in appoggio,subito dopo un doppio canestro del reggino Vazzana, poi ancora Doati firmeranno il mega “break” ospite con i locali totalmente fuori partita per il massimo vantaggio ospite(15-32).
Una nuova tripla di Soldatesca sembra svegliare i reggini che, nonostante tutto chiudono il periodo sotto di tredici.
Pessime le percentuali dei reggini:tre su sedici da due e quattro su undici da tre che si commenta da solo.

Nel terzo periodo,la Redel prova a reagire ma, dopo tre palle perse consecutive e qualche  improvvisazione sia in attacco che in difesa,probabilmente per la voglia di strafare lascia il campo nuovamente all’Acireale.
Una tripla di Doati evidenzia ancora una volta una partita assolutamente da rivedere per Reggio(26-49).
La Redel prova a risvegliarsi dal letargo con un 8-0 firmato Scaffidi e Grande(5 punti consecutivi).
Acireale chiuderà il terzo quarto sul 38 a 59 con un bel “jump and smile” di Luca Doati.

Pietro Vazzana si esalterà per il più ventotto Acireale ad inizio quarto periodo.
Proprio Vazzana coordinerà il “Bombardamento” finale dello spietato quintetto ospite che dilagherà vincendo alla grande al PalaBotteghelle.
La Redel, completamente fuori partita dovrà lavorare sodo in settimana per non lasciarsi sorprendere da un derby, dalle mille insidie, domenica al PalaCalafiore contro l’Audax.

Giovanni Mafrici
Uff.Stampa Redel Energia
Reggioacanestro.com