Così tra i brindisi di auguri per l’arrivo del nuovo anno i ragazzi di Chicco Fusco e di capitan Sorbara hanno giurato di  risorgere dalle ceneri e ricominciare un cammino interrotto dalla

partita di Palermo, dopo un avvio a dir poco strepitoso tanto da annoverare il 15 del Presidente Liberati tra le promesse del campionato.
La San Giorgio Rugby sponsorizzata dal gruppo HELIANTIDE aveva iniziato con una vittoria esterna, confermandosi alla seconda giornata disputata in casa e riuscendo a fermare lo storico Gran Sasso l’Aquila che sta matando il campionato di Serie B .
Dopo errori di gioventù societaria fatta di scelte poco felici, lo scoramento di parte dei più giovani ha prodotto una miscela letale che ha relegato il San Giorgio Rugby nelle posizioni di coda, posto che sicuramente non merita.
Il vulcanico presidente Liberati non ha perso tempo, ha riordinato le fila, esponendosi in prima persona, raddrizzando la barra del timone, reintegrando atleti messi fuori rosa come il forte terza centro ed ex allenatore Leo Moran, restituendo la panchina a Fusco, chiamando a raccolta e chiedendo sostegno ad ex forti ed esperti giocatori come il nazionale Enzo Bentivoglio, Totò Vacalebre, Maurizio La Piana, Gianni Minniti, Umberto Abate , Diego Giordano, Gigi Malluzzo e tanti altri con il chiaro intento di avviare un nuovo percorso che vede lo stesso Presidente impegnato a contattare quanti più amici e persone che a vario titolo abbiano interagito con questo meraviglioso sport che nel suo DNA non ha la concessione della esclusiva proprietà ma la maggiore condivisione possibile del rapporto d’amore e passione che unisce chi questo sport lo ha amato e lo ama davvero.
L’appello del Presidente del San Giorgio Rugby è quello di chiedere a tutti di entrare a fare parte della grande e storica famiglia del rugby reggino, offrendo un francobollo del proprio tempo libero per permettere una crescita autoalimentata.
Nei prossimi giorni, chi avrà colto tale appello, contatti la società per concordare tempi e modi del proprio ingresso ed ogni domenica tutti sono chiamati a riempire gli spalti del “San Cristoforo” tifando innanzitutto per il Rugby e poi per la San Giorgio Rugby e ciò a partire da domenica prossima 8 gennaio contro il forte CUS ROMA.
I capitolini sono avvertiti : a Reggio Calabria, al campo di Rugby, la temperatura segna valori alti, i valori della svolta.
I ragazzi, in campo, butteranno il cuore oltre l’ostacolo e noi, compatti, li aiuteremo.