basketpallone
di Gianni Tripodi – Dopo le due gare consecutive in trasferta contro Corato e Bernalda, la Viola torna a giocare tra le mura amiche, i nero arancio ospiteranno questo pomeriggio (ore 18) al

Pala Calafiore il Mens Sana Campobasso nell’incontro valevole per la dodicesima giornata del campionato di DNB girone C. La convincente vittoria di domenica scorsa a Bernalda ha permesso alla Viola di cancellare il passo falso di Corato, adesso si ricomincia a guardare avanti con ottimismo, la vetta dista solo due punti e la caccia alla capolista Agrigento è appena cominciata. Oggi i siciliani faranno visita al Martina Franca (terzo), un’eventuale battuta d’arresto, la prima della stagione, riporterebbe in vetta i reggini, se riuscissero a battere Campobasso. Quella che sta per iniziare sarà una settimana piena ed intensa, tre gare in otto giorni, per un tour de force che si chiuderà l’11 dicembre, si parte quest’oggi come già detto contro Campobasso, poi giovedì i nero arancio faranno visita al fanalino di coda Giugliano ed infine domenica di nuovo tra le mura amiche per affrontare Roseto.  L’avversario odierno – Il Mens Sana si trova nella parte bassa della classifica ad 8 punti, quattro vittorie ottenute contro Corato, Giugliano, Bisceglie e l’ultima, di misura, nel turno precedente contro Scauri , arrivata grazie a due triple consecutive nei minuti finali del play Dal Fiume.  In settimana, la società molisana è riuscita a reperire le risorse necessarie per assolvere gli adempimenti dei premi NAS e, a questo punto, la partecipazione al campionato di DNB non è più a rischio, Campobasso rimarrà al suo posto con l’obiettivo di centrare la salvezza. Il quintetto iniziale è composto dal doppio play, Dal Fiume (10.3) e l’argentino Cornejo, miglior realizzatore della squadra (15.4), in ala piccola, il montenegrino Dusan Stijepovic (13.3 punti e 7.2 rimbalzi)ed infine sotto i tabelloni il duo Benassi (10.6) e Tagliabue (6.2). In panchina l’albanese Gjinaj (5.3), quest’estate vicinissimo a vestire la canotta nero arancio e il fratello di Dusan, Milos (10.3), una squadra ben assortita con un potenziale non sfruttato a dovere, la classifica è ingannevole, Campobasso ha sfiorato il colpaccio contro Agrigento nella terza giornata di campionato, una gara persa solo negli ultimi minuti finali (78-81) e rappresenta un insidioso ostacolo. La Viola è tornata da Bernalda consapevole di aver superato una fase delicata della stagione, dopo Corato serviva una reazione immediata che puntualmente è arrivata. In terra lucana Grasso e compagni sono finalmente riusciti a ritrovare una partenza dai toni alti, il parziale di 1-18 dei primi minuti gli permesso di tenere sempre in mano il pallino dell’incontro e portare a casa due punti d’oro per classifica e sopratutto per il morale. Il team di Fantozzi non è al top, Sereni, solo 6 minuti sul parquet nella sfida contro Bernalda, ha ancora problemi alla schiena, ma stringerà i denti e scenderà sul parquet assieme a Paparella (distorsione alla caviglia) che ha lavorato a parte per quasi tutta la settimana, mentre Potì alle prese con una tendinopatia darà forfait e salterà questa sfida, al suo posto verrà convocato il giovane argentino Marengo. Con la squadra incerottata sarà chiesto un maggiore sforzo ai senatori, Caprari, Grilli e Gambolati su tutti, per spingere i compagni verso una vittoria che potrebbe rilanciare la Viola in vetta alla classifica.
12° giornata DNB girone C
04/12/2011 ore 18.00 Pala Calafiore di Reggio Calabria (RC)
LIOMATIC VIOLA RC  – MENS SANA CAMPOBASSO
Arbitri: Tarascio Sebastiano di Priolo Gargallo (SR) e Venga Vincenzo di Ragusa (RG)
LIOMATIC VIOLA RC
Quintetto iniziale: 6 Paparella, 11 Grilli, 8 Caprari, 18 Sereni e 4 Gambolati
A disposizione: 10 Coronini, 12 Marengo, 9 Laganà, 13 Grasso, 17 Cappanni
Coach: Fantozzi Alessandro
MENS SANA CAMPOBASSO
Quintetto iniziale: 6 Dal Fiume, 4 Cornejo, 5 Stijepovic D, 7 Benassi e 15 Tagliabue
A disposizione: 12 Carlone, 13 Panichella, 10 Cardinale, 8 Stijepovic M, 16 Gjinanj
Coach: Di Pasquale Alessandro