Segue la nota della società dell’atleta: Ancora un successo di quelli grandi per la palestra – scuola Asd Francioso Karate che opera presso il Palazzetto dello sport di Vibo Marina, diretta dal Maestro Antonio Francioso, al Campionato Regionale di Karate Kumitè,

svoltasi domenica 11 settembre a Villa San Giovanni, presso il palazzetto dello sport della città dello Stretto. Tra i numerosi partecipanti in gara l’atleta Giacomo Francica di Porto Salvo di Vibo Valentia, 16 anni, facente parte alla categoria 61 kg, ha conseguito il primo posto, vincendo la medaglia d’oro della sua categoria e conseguentemente si è qualificato al Campionato Italiano che si svolgerà a Roma il 24 e 25 settembre. “Giacomo Francica è un atleta maturo – ha commentato Antonio Francioso – un ragazzo che opera alle Marinate con serietà e impegno sin dal 2006, che si è sempre distinto per spirito di squadra”. Le gare di Kata e Kumite che si sono svolte in questi anni a Villa San Giovanni, per gli annuali campionati regionali, hanno permesso di avvicinare questo sport ad un pubblico sempre più vasto. La filosofia del Karate impone di migliorarsi continuamente per ricercare la massima padronanza tecnica e mentale, così da raggiungere equilibrio interiore, stabilità e consapevolezza, ricordiamo che il Kumitè e il Kata sono, assieme al Kihon, sono le tre componenti fondamentali dell’allenamento nello stesso karatè. Il termine giapponese do kumitè viene tradotto con la parola combattimento. Per Kumitè si intende l’incontrarsi con le mani: nel confronto reale come in quello di palestra è necessario un avversario. Lo scopo del vero combattimento è quello di abbattere l’avversario, quello del Kumitè è la crescita reciproca dei praticanti. Il Kata è, invece, un succedersi di tecniche di parata e attacco prestabilite contro più avversari immaginari e forme. Nell’esecuzione dell’esercizio riveste grande importanza proprio la qualità formale delle singole tecniche, delle posizioni e degli spostamenti. Il Kata è un vero combattimento, seppur codificato, quindi deve esprimere efficacia, sia dal punto di vista tecnico che strategico.